Waste Recovery Technologies

THEMIS è proprietaria di una innovativa tecnologia operante nel campo del trattamento dei rifiuti, principalmente ma non esclusivamente a matrice organica, la cui efficienza e velocità la rendono unica nel suo genere: una soluzione avanzata nel trattamento dei rifiuti e delle deiezioni animali, finalizzata alla drastica riduzione volumetrica del prodotto.

Il contesto

Lo smaltimento di alcuni rifiuti quali:

  • fanghi di depurazione, di matrice sia organica che inorganica
  • frazione umida dei rifiuti provenienti da mense, ristoranti, supermercati ecc
  • scarti della produzione agroalimentare
  • scarti della coltivazione

costituisce una voce di spesa importante nel bilancio aziendale, con costi destinati a crescere negli anni a causa delle normative di settore sempre più stringenti.

La presenza di acqua in quantità elevata in questi rifiuti – per quanto variabile in funzione della specificità del processo che ha generato la matrice – suggerisce  l’opportunità di rimuovere tale acqua. Ciò consente di ottenere una sostanziale riduzione dei volumi smaltiti oppure, in alcuni casi,  la possibilità di un riutilizzo del materiale ottenuto, prevedendo il recupero di materia e /o energia.

Ciò richiede ovviamente l’utilizzo ottimizzato di energia (sia essa elettrica e/o termica)  per consentire l’evaporazione.

Altrettanto importante è assicurare una opportuna stabilizzazione al prodotto ottenuto, in modo da evitare la generazione di odori, aspetto che costituisce uno degli elementi di maggiore criticità nella gestione delle matrici organiche.

IL tutto a costi di investimento e di gestione che assicurino un rapido ritorno del’investimento coerente e con la massima semplificazione delle procedure autorizzative.

La Proposta

THEMIS  è proprietaria di una innovativa tecnologia operante nel campo del trattamento dei rifiuti, principalmente ma non esclusivamente a matrice organica, la cui efficienza e velocità la rendono unica nel suo genere.

L’innovativa tecnologia rappresenta una soluzione avanzata nel trattamento dei rifiuti e delle deiezioni animali, la stessa garantisce in un breve arco temporale la drastica riduzione volumetrica del prodotto, la stabilizzazione dello stesso ed il relativo riutilizzo, permettendo la riduzione del costo specifico e la totale eliminazione delle emissioni inquinanti.

Lo straordinario highlight tecnologico è rappresentato dalla possibilità di utilizzare una svariata quantità di vettori termici (acqua calda, ritorni di condensa delle linee di vapore) che possono essere sfruttati anche a bassa temperatura.

In questo modo è possibile sfruttare a costo praticamente nullo code entalpiche altrimenti disperse ed accedere ai meccanismi premianti previste dalla normative comunitarie e nazionali volti ad incentivare l’innovazione tecnologica ed il risparmio energetico.

 

La Tecnologia Themis WRT

L’impianto WRT brevettato e costruito interamente presso la nostra sede di Legnano, consente grazie all’evaporazione dell’acqua di ridurre l’umidità presente nella matrice organica del rifiuto fino al raggiungimento di tenori di secco anche superiori al 90 – 95% determinando così una riduzione di peso da 3 a 6 volte rispetto al prodotto iniziale, il tutto a bassa temperatura e in poco tempo. Il processo proposto permette di ottenere uno sostanziale riduzione dei volumi smaltiti e il riutilizzo dell’acqua presente nei rifiuti nel processo industriale e il riutilizzo del materiale secco ottenuto come energia termica, fertilizzante oppure come sottoprodotto della lavorazione.

L’impianto WRT assicura un’opportuna stabilizzazione del prodotto ottenuto, evitando di conseguenza la generazione di cattivi odori, aspetto che costituisce uno degli elementi di maggiore criticità nella gestione dei rifiuti ed utilizzando per la riduzione volumetrica un basso quantitativo di energia. L’utilizzo della consolidata tecnologia ha costi di investimento e di gestione che assicurano un rapido ritorno dell’investimento.

Assenza di procedure amministrative per l’autorizzazione alla installazione

L’impianto si configura come uno (o più) skid che richiede da parte del cliente le connessioni in/out di tipo elettrico/meccanico/pneumatico ed una platea coperta di installazione.

Spesso l’installazione di altri impianti si “arena” per motivi burocratici, legati alle procedure di Autorizzazione Integrata Ambientale alla quale sono soggette le aziende. Ad esempio, l’installazione di un essiccatore a nastro a causa delle rilevanti emissioni in atmosfera richiede un aggiornamento della autorizzazione vigente in capo alla azienda. Questo significa procedure lunghe, costose ed “eccessivo coinvolgimento” dell’azienda in attività che non costituiscono il core business.

La soluzione proposta da THEMIS interviene su una riduzione del flusso dei rifiuti in uscita, non ha emissioni in atmosfera, ed è pertanto configurabile come “intervento migliorativo” da parte delle aziende, non soggetta a procedure autorizzative o , nel peggiore dei casi, soggetti a semplice presa d’atto da parte della Amministrazione Locale competente in materia.

Themis LAB

THEMIS dispone di un laboratorio interno di ricerca e sviluppo capace di offrire un servizio tecnico completo partendo dall’analisi di ogni singola matrice  e finendo con l’elaborazione dei dati prestazionali relativi al trattamento con il nostro impianto WRT.

Themis LAB è specializzato nell’effettuazione di prove e di analisi specifiche dei rifiuti da trattare con la tecnologia WRT e nello specifico effettua le seguenti attività:

  • Analisi tecnico produttive.
  • Analisi dei consumi energetici.
  • Analisi quantitative del rifiuto da trattare.
  • Analisi qualitative del rifiuto da trattare.
  • Sviluppo di prove tecniche su matrici di rifiuto differenti.

 

Themis Chemicals

Themis LAB è attivo nella creazione e nella produzione di additivi chimici di nuova generazione che migliorano la resa dei processi biologici necessari al trattamento di reflui o generici materiali a matrice organica.

La produzione è incentrata nei seguenti settori:

  • Bonifica di siti contaminati: trattamento di bonifica dei terreni contaminati (ad es. da idrocarburi, IPA, clororganici etc.) attraverso enzimi e microrganismi non OGM utilizzabili sul terreno al fine di accelerare le reazioni degradative degli inquinanti e recuperare l’uso originario dei terreni.
  • Depurazione: miglioramento del rendimento del depuratore, riduzione dei costi operativi e ottimizzazione dei processi depurativi.
  • Discariche: progettazione e costruzione di impianti di irrorazione automatica a bordo vasca con conseguente riduzione delle emissioni odorose, della produzione e del carico inquinante del percolato.
  • Sanificazione dei mezzi che raccolgono rifiuti: riduzione delle emissioni maleodoranti degli automezzi dedicati al trasporto dei rifiuti.
  • Bonifica e deodorazione dei cassonetti di raccolta RSU: il trattamento minimizza le emissioni odorose provenienti dai cassonetti e controlla la presenza di germi patogeni dovuti alla presenza dei rifiuti.
  • Trattamento biologico: trattamento per ridurre le emissioni maleodoranti, il carico inquinante e quindi l’impatto ambientale in grandi comunità, ospedali, case di riposo, scuole, mercati ortofrutticoli, ristoranti, macelli, impianti industriali, sportivi.

Technology benefit

La soluzione proposta offre i seguenti vantaggi:

  • Totale eliminazione di emissioni in atmosfera.
  • Migliore movimentazione del prodotto.
  • Igienizzazione e stabilizzazione del prodotto.
  • Riutilizzo dell’acqua presente nei rifiuti nel processo industriale.
  • Riutilizzo del prodotto finale secco come energia termica, fertilizzante oppure come sottoprodotto della lavorazione.
  • Drastica riduzione del costo di smaltimento dei rifiuti.
  • Facilità di installazione con logica plug & play.
  • Controllo da remoto di ogni parametro di processo.

Trattamento dei rifiuti

Questa tecnologia consente una gestione semplificata di rifiuti e sottoprodotti di lavorazione quali ad esempio:

  • Fanghi di depurazione, di matrice sia organica che inorganica.
  • Fanghi industriali.
  • Frazione organica dei rifiuti solidi urbani.
  • Scarti della produzione agro alimentare.
  • Scarti della coltivazione.
  • Scarti da produzione alimentare.
  • Scarti di produzione da biodigestione anaerobica.
  • Rifiuti a matrice organica.
  • Digestato anaerobico.

Settori di applicazione

La tecnologia proposta prevede la possibilità di trattare differenti matrici organiche nei seguenti settori:

  • Conciario.
  • Chimico.
  • Farmaceutico.
  • Metallurgico.
  • Nucleare.
  • Alimentare.
  • Tessile.
  • Petrolifero.
  • Cosmetico.
  • Produzione dell’energia – biodigestione anaerobica.
  • Zootecnico.