Logo Themis

Covid-19 e pm10: un ulteriore problema per i fanghi in agricoltura, ma THEMIS WRT può essere la soluzione!

In questi ultimi giorni diverse testate giornalistiche si sono occupate del possibile legame tra inquinamento atmosferico e virus Sar-CoV-2, con particolare riferimento al rischio che il pm10 possa agire da vettore favorendone la sua diffusione.

La transmissione "Report" su RaiTre (https://www.raiplay.it/video/2020/04/Report---We-in-ca-9b8ee8fb-0021-4fdb-904C-f85206f30de7.html?Wt_mc=2.www.wzp.raiplay) ha dedicato un servizio speciale proprio su questo tema, così come il magazine “Panorama” (https://www.panorama.it/news/salute/covid-19-e-pm10-dopo-il-diesel-e-guerra-a-mucche-e-maiali).

Il dibattito è tuttora in corso, e le evidenze scientifiche sono ancora da accertare, tuttavia anche l’Istituto Superiore di Sanità è intervenuto con la pubblicazione del “Rapporto ISS COVID-19 • n. 9/2020” fornendo indicazioni importanti relative al legame tra fanghi di depurazione e Covid-19 (https://www.iss.it/documents/20126/0/Rapporto+ISS+COVID-19+n.+9_2020+sludge.pdf/0bebc244-a7b6-692a-cd2b-d634a4da48b7?t=1587114231621)

In ogni caso appare evidente come una migliore gestione dei fanghi generati da deiezioni animali e successivamente utilizzati in agricoltura si renda assolutamente necessaria.

Per tale motivo l’innovazione tecnologica sviluppata da Themis con il proprio brevetto Europeo “Themis WRT” può rivelarsi la soluzione ideale per il drastico abbattimento dei volumi dei fanghi e, di conseguenza, per la drastica riduzione dell’inquinamento derivante dal loro eccessivo utilizzo in agricoltura.

Il macchinario “Themis WRT” è infatti in grado di funzionare con limitati costi operativi ed un bassissimo impatto ambientale, garantendo prestazioni eccezionali in termini di trattamento, ovvero trasformando il 70/90% del rifiuto organico originario in pura acqua distillata ed il restante 30/10% in un sotto-prodotto solido riutilizzabile.

Si tratta di una concreta e reale soluzione di Economia Circolare, dove il rifiuto non rappresenta più un problema, ma viene valorizzato attraverso un processo totalmente pulito: zero emissioni in atmosfera, minimo consumo energetico, riciclo dell’acqua e del rifiuto solido trattato.

Il macchinario “Themis WRT” permette di ottenere un così significativo risparmio economico al punto da garantire un ritorno dell’investimento in tempi rapidissimi, ovvero mediamente nell’arco di un paio di anni.

Grazie alle funzioni totalmente automatizzate e la possibilità di gestione da remoto, può inoltre godere dei benefici fiscali “Industria 4.0”.

La tecnologia “Themis WRT” rappresenta una soluzione unica nel suo genere, che si differenzia completamente da qualsiasi soluzione attualmente disponibile sul mercato: ogni progetto è ideato “ad-hoc” sulla base di specifiche e peculiari necessità di ogni singolo cliente.

Presso la nostra sede di Legnano è in funzione un impianto pilota con il quale svolgiamo sessioni di prove con il fine di validare i risultati di ogni nostro progetto. In questo modo possiamo certificare a priori le prestazioni del macchinario che sarà poi sviluppato su scala industriale.

Via Brescia, 13 - 20025 Legnano (Milano)

0331.456.228